Ieri pomeriggio stavo girovagando tranquillamente per una libreiria, quando la mia attenzione viene attirata verso questo libro:

Copertina accattivante, colori cupi, un bel font per le scritte…vediamo di che si tratta! Ed è così che lo presi per leggere la trama.

Un Boeing 777 atterra regolarmente all’aeroporto di New York e rimane immobile sulla pista, a motori spenti. Le tendine sono abbassate, il portellone non si apre, il pilota non risponde alle chiamate radio né i passeggeri al cellulare. Si sospetta un attentato terroristico, ma le forze speciali, incaricate di salire a bordo, si trovano invece di fronte a una scena agghiacciante: sembra che tutti gli occupanti dell’aereo siano inspiegabilmente morti.

Immediatamente i miei occhi si sgranano…perchè, direte voi? Perchè si da il caso che questa trama sia tremendamente simile ad un mio racconto 😀

L’aereo è atterrato alle 4:25, ha effettuato il rullaggio sulla pista sino al suo scalo, ma una volta fermato si è spento completamente, motore, corrente. Vedendo che nessuno scendeva hanno pensato ad un guasto. Alle 4:30, quando i tecnici hanno forzato la porta d’imbarco, hanno trovato tutti i passeggeri ai loro posti, con la gola tagliata, e così anche l’equipaggio.

Il libro e il racconto hanno anche la stessa città come sfondo, ovvero New York.

Cosa dite, scrivo due righe ai signori Del Toro e Hogan 😉 ?

Annunci