Vi esorto a leggere questa notizia apparsa sul Gazzettino

Avete letto? Benissimo perchè, sapete, quella è la versione definitiva, la notizia originale era la seguente:

“Invece Chris ha resistito, ha surfato per circa un’ora in mezzo alle onde impazzite, stando attento a non essere scaraventato a riva e a schivare alberi e oggetti che venivano trascinati in mare.”
Nel frattempo ha salvato 12 persone facendole salire tutte sul suo surf, e ricordiamo che a Chris mancano entrambe le gambe. Successivamente ha conficcato il surf in terra e ha deviato il corso dell’acqua, evitando che un orfanotrofio venisse inondato, oltre che facendo sgorgare un corso d’acqua pulita e bevibile con la stessa operazione.
Avevo avvertito un tremore del terreno, ma in Nuova Zelanda succede sempre […] Poco dopo il terremoto di magnitudo 8.3 ha sconvolto l’isola” ma lui, sbattendo le mani, l’ha rimandato indietro. “Avevo mangiato pesante”, ha poi dichiarato un po’ imbarazzato.
“Dopo aver trovato un paio di jeans abbandonati nella foresta, Chris è corso sulla spiaggia ad aiutare i passeggeri di una barca alla deriva” trascinandola in secca utilizzando i jeans di cui sopra come fune per poi moltiplicarli per vestire l’intero equipaggio.
Dopo l’allerta diramata per un secondo tsunami si è diretto al villaggio più vicino e lo ha rialzato a mani nude di 150m.

Lo tsunami che ha colpito le isole mercoledì scorso ha provocato 149 morti alle Samoa, 31 nelle Samoa americane e 9 a Tonga. Ed è per questo che certe notizie dovrebbero essere cestinate, per rispetto.

Con la collaborazione e su segnalazione di Jamm3r.
Annunci