E che cos’è una console Nintendo senza uno dei suoi franchise più famosi? E’ infatti arrivata l’ora di inserire il disco del nuovo Zelda, da troppo tempo atteso…

Hyrule non è mai stata così magica come in questo nuovo capitolo di Twilight Princess, e con lui il suo Link. Abbandonato il tanto discusso look cartoonesco (che poi alla fine ha fatto breccia nei cuori di tutti), Nintendo ci riporta ai fasti di Ocarina of Time in versione con Link Adulto, ovviamente con grafica e gameplay aggiornati alle nuove specifiche di Wii. Non rivaleggerà in qualità di texture e modelli con titoli del calibro di Gears of Wars per la sorellona Xbox 360, ma il vero asso nella manica di Zelda è quella scintilla di magia che, che si voglia dire oppure no, solo Nintendo riesce ad inserire in un gioco con più di 20 anni di storia sulle spalle.

Il gioco raccoglie in se tutto il meglio delle vecchie apparizioni di Zelda, migliorandolo e portandogli gradite novità grazie all’ormai noto sistema di controllo tramite Wii Remote, che come puntatore questa volta sfoggia una simpatica fatina da far scorrazzare per tutto lo schermo. Non dirò niente della trama (anche perchè ho giocato troppo poco per poterne parlare) ma tutto il feeling degno di Zelda sarà di nuovo il protagonista, tra sotto-quest, storia principale e i mitici dungeon conditi con sempre più ingegnosi momenti puzzle. L’intero gioco, poi, è suddiviso in due parti distinte, l’Hyrule normale dove userete Link e il Twilight Realm (Reame del Crepuscolo) dove Link viene tramutato in un lupo dal feeling dark.

Uno Zelda d’altri tempi è tornato su una console Nintendo d’altri tempi, non potevamo chiedere di meglio.

Annunci